Cooperazione Internazionale - Casa Padre Angelo

Vai ai contenuti

Menu principale:

Cooperazione Internazionale

COOPERAZIONE INTERNAZIONALE


Sempre nel perseguimento degli obiettivi della mission, l'Associazione già da diversi anni, risponde a bisogni di tutela e supporto per minori, madri con bambini, anche all'estero. Oltre venti di progetti in tutto, alcuni già conclusi, altri proseguono in fasi successive e uno è in fase di partenza. All'inizio, nel 2000, è stata interessata l'Europa dell'Est, Romania, Albania e Russia, poi successivamente il Centro Africa e lì, dove la lotta all'AIDS è resa più difficile dai continui disordini politici, dalla grande povertà e retaggi culturali, è in questi ultimi anni in fase di espansione.

La prevenzione e la cura dell’HIV di madri e bambini sono gli assi portanti dei progetti che si concretizzano attraverso la costruzione e il rifacimento di strutture ospedaliere e mediante la formazione del personale sanitario e della stessa utenza. Il referente è il Dottor Antonio Mazza che in qualità di pediatra e in collaborazione con la Fondazione Penta di Londra, il Carap e il Cuamm di Padova propone e realizza progetti trovando sostegno concreto nei finanziamenti della Provincia Autonoma di Trento, della Regione Trentino Alto Adige, della Conferenza Episcopale Italiana, della Curia Arcivescovile di Trento e di donatori privati.

Oltre ad aver già realizzato progetti in Uganda, Togo e Costa d’Avorio, è in corso di realizzazione un progetto in Sierra Leone, legato all’emergenza ebola, e sono stati appena approvati e quindi ammessi a finanziamento due progetti, il primo per la costruzione del reparto di Neonatologia in un ospedale in Tanzania e il secondo per la formazione e il sostegno di ragazzi malati di HIV in Uganda. I nostri progetti, pur con un indirizzo di tipo sanitario, vogliono garantire risposte adeguate ai bisogni primari di mamme e bambini di quelle realtà lontane favorendo tra i vari obiettivi l’accettazione della malattia alle persone contagiate e ai malati stessi nel contesto sociale in cui vivono.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu